News
Jan 1

Pubblicazione della I edizione cartacea del Registro Araldico Italiano

 

Creato nel 2007, come archivio cartaceo e digitale, il Registro Araldico Italiano, in occasione delle prime 500 registrazioni, esce in versione cartacea.

 

La prima edizione cartacea del Registro Araldico Italiano comprende le registrazioni e gli alias inseriti prima del 18 giugno 2018, data della 500/a registrazione; gli alias si riferiscono a registrazioni dello stesso soggetto, che riportano dopo la numerazione l’avverbio numerale bis, ter, etc.

 

Si precisa che molte registrazioni non mostrano l’immagine dell’emblema registrato perchè non è stata concessa l’autorizzazione a pubblicarla, ma che compare lo stesso perchè si è ritenuto importante censirne almeno il blasone.

 

La prima edizione si compone di due volumi: il primo dedicato alle singole registrazioni che vanno dal n. 1 al n. 500, il secondo (ed eventualmente il terzo se questo dovesse superare le 750 pagine) solo agli allegati delle varie registrazioni: statuti, foto di reperti, certificazioni, sentenze, etc.

 

Editore della prima edizione è Borè srl, che si sta curando anche del deposito legale dell'opera.

 

Per magiori informazioni visitate la seguente pagina:

http://www.registroaraldico.it/index.php/8-registro/728-i-edizione-cartacea-del-rai

 

Jan 1

Contrassegni, trofei ed ornamenti

 

 

 

Si fa presente che i simboli inseriti dietro, sotto lo scudo (croci o chiavi accollate, medaglie appese, etc) saranno considerati distinzioni di dignita o contrassegni d'onore solo se corrispondenti ad effettivi onorificenze, cariche o dignità, pubbliche o private, altrimenti saranno considerati semplici ornamenti.

 

Le bandiere, i trofei, le trombe, i tamburi ed altri simboli posti intorno allo scudo saranno considerati trofei (militari e non) solo quando rappresentano vittorie, conquiste ed imprese varie, altrimenti saranno considerati ornamenti.    

 

 

 

Jan 1

Preparazione nuovo sito

E' in costruzione il nuovo sito del Registro Araldico Italiano visibile all'indirizzo

www.registroaraldicoitaliano.com.

Il nuovo sito, gia' visibile sui motori di ricerca, dovrebbe essere inaugurato entro la prossima primavera, ed appena ultimati i lavori, sara' inviata apposita comunicazione: si raccomanda di aggiungerlo alle pagine preferite, in quanto l'altro sito presente sul dominio registroaraldico.it sara' disattivato.

Jan 1

Modifica regolamento per il consenso sulla pubblicazione delle registrazioni

Da oggi 18 dicembre 2017 per tutte le registrazioni (emblemi ed alberi genealogici) non ci sarà più, da parte dei richiedenti, la facoltà di concedere o meno il permesso alla pubblicazione delle blasonature, delle immagini degli emblemi o degli alberi genealogici nelle autocertificazioni o nelle richieste di registrazione.

 

Tutti i moduli per la richiesta di registrazioni saranno modificati a tal fine.

Jan 1

Stemmi con sentenza

Oggi 29 agosto 2017 il RAI inaugura una nuova sezione nella Parte II, la Sezione VI dedicata agli stemmi riconosciuti mediante sentenza di un tribunale italiano, straniero, internazionale o di una corte arbitrale.

 

Lo registrazione riporterà gli elementi descritti dalla blasonatura della sentenza ed eventuali cambiamenti saranno apportati solo dopo ulteriore sentenza riguardante lo stesso stemma.

 

Finora questi stemmi erano registrati come stemmi di famiglia, ma considerando la particolare natura dell'origine di questi emblemi e del loro riconoscimento, si è resa necessaria l'apertura di una sezione ad hoc.

 

Tutti gli stemmi di famiglia che godono di questo riconoscimento saranno quindi elencati in questa nuova sezione.

 

Eventuali titoli citati dalle sentenze saranno inseriti come alias.

Italian English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Registrazioni

Compilate il modulo per registrare il vostro emblema

Guida araldica

La guida a tutti gli emblemi registrabili sul registro

Lo studio

Visitate il sito dello Studio Araldico Pasquini

Pubblicazione cartacea

Pubblicata la I Edizione cartacea del RAI