News

Login Form

Iscrivendovi sul sito e dopo aver abilitato il vostro account riceverete anche la newsletter del registro.

Grazie per esservi registrati e benvenuti.

Log in
Jan 1

Distinta civiltà

Coloro che hanno registrato lo stemma storico e che possono fregiarsi della distinta civiltà saranno elencati in questo spazio.

L'allegato sarà quindi inserito al momento della stampa della pubblicazione alla fine del registro nell'Elenco delle Famiglie di Distinta Civiltà.

Per poter essere inclusi in questo elenco bisogna procedere ad una disamina della situazione della propria famiglia : lo Studio Araldico Pasquini offre la possibilità di effettuare questa disamina e quindi dopo la valutazione dei documenti e delle prove che sottoporrete (in caso di riscontro positivo) sarà possibile definire la vostra posizione ed acquisire la qualifica di famiglia di distinta civiltà.

La qualifica sarà accompagnata da un fascicolo contenente la prove presentate, una relazione sulla disamina del caso e se richiesta una perizia giurata dello studio, che è iscritto come perito in Scritture antiche ed araldiche alla Camera di Commercio di Chieti.

Se in possesso di distinta civiltà la famiglia potrà essere iscritta anche nella Parte V dell'Annuario della Nobiltà Italiana.

Per essere annoverati nella distinta civiltà bisogna che la famiglia abbia i seguenti requisiti:

i) Possesso di uno stemma da almeno 100 anni

ii) Pubblicazione dello stemma (o insegna) in pubblicazioni o raffigurazione dello stemma (o insegna) su monumenti pubblici.

iii) Presupposto di vita more nobilium: per almeno tre generazioni, a partire dal richiedente, la famiglia non deve aver svolto arti meccaniche o professioni infamanti e possibilmente deve aver svolto professioni intellettuali, o aver goduto dello status di proprietari terrieri o aver ricoperto delle cariche pubbliche.

Costo iscrizione: Euro 50

{sharethis}

Jan 1

Validità degli stemmi riconosciuti

Sono validi solo i riconoscimenti (lettere patenti, diplomi, etc) di fonte certa, ovvero la cui copia originale è conservata in un archivio di stato o presso la segreteria della casa sovrana concedente. Nel caso di smarrimento, distruzione o di deterioramento di queste fonti a causa di eventi bellici o naturali, faranno fede eventuali pubblicazioni ufficiali a cura della casa sovrana concedente.
Jan 1

Vaticano e San Marino

Da oggi  possono registrare lo stemma nella Parte Stemmi Storici  e nella Sezione Stemmi Ecclesiastici anche i cittadini del Vaticano e di San Marino. Altresì sono ammessi gli stemmi commerciali e di enti del Vaticano e di San Marino.

 

{sharethis}

Jan 1

Alberi genealogici episcopali e spirituali

Da oggi sarà possibile registrare nella Parte III - Alberi genealogici del Registro Araldico Italiano, anche gli alberi genealogici episcopali e gli alberi genealogici spirituali.

Gli alberi genealogici spirituali sono desumibili dagli atti di battesimo dei vostri avi, infatti per ogni generazione si inseriscono i padrini e le madrine del battezzato.

Chiunque fosse interessato può scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per chiedere maggiori informazioni a riguardo.

 

 

Sebastiano Pasquini

 

{sharethis}

Jan 1

Uso delle onorificenze in Italia

I cittadini italiani non possono usare nel territorio della Repubblica Italiana onorificenze o distinzioni cavalleresche loro conferite da Ordini non nazionali o da Stati esteri, se non autorizzati con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

I contravventori sono puniti con la sanzione amministrativa sino a L. 2.500.000 pari a € 1291,14 (legge 24 novembre 1981, n. 689).

E' vietato il conferimento di onorificenze, decorazioni o distinzioni cavalleresche da parte di enti, associazioni o privati. I trasgressori sono puniti con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da L. 1.250.000 a L. 2.500.000 pari a € 645,57 e € 1291,14 (legge 24 novembre 1981, n. 689).

L'uso delle onorificenze, decorazioni e distinzioni cavalleresche della Santa Sede, dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro è subordinato ad autorizzazione da chiedere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento del Cerimoniale di Stato, Ufficio Onorificenze e Araldica mentre l'uso delle onorificenze, decorazioni e distinzioni cavalleresche del Sovrano Militare Ordine di Malta è libero.

Questo è quanto riportato sul sito della Presidenza del Consiglio, Dipartimento del Cerimoniale di Stato – Ufficio Onorificenze e Araldica pubblica.

Anche per questo motivo – ma non solo – il Registro Araldico Italiano consiglia di usare solo le decorazioni degli ordini e delle onorificenze statuali (anche non italiani) espressamente autorizzate dal presidente della Repubblica. Purtroppo riguardo gli ordini dinastici c'è molta confusione e in alcuni casi anche dei veri e propri raggiri ai danni dei poveri ignari. Il fatto che alcuni stati con specifica giurisdizione cavalleresco-nobiliare riconoscano taluni ordini non costituisce un parametro di garanzia e di affidabilità e comunque questi ordini rappresentano dei conferimenti di merito privati.

Italian English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Registrazioni

Compilate il modulo per registrare il vostro emblema

Newsletter

Iscrivetevi alla newsletter del registro

Guida araldica

La guida a tutti gli emblemi registrabili sul registro

Lo studio

Visitate il sito dello Studio Araldico Pasquini