Home


rai_bis

PARTE II- Sez. II

STEMMI DI FAMIGLIA

separatore_bis

 

           CULOTTA          

 

Scudo

 

REGISTRAZIONE N. 581

DATA DI REGISTRAZIONE

24 febbraio 2020

INTESTATARIA

Dott.ssa Giovanna Culotta

ALIAS

Nobile de' Baroni di San Pietro, proconservatori di Castelbuono

PROVENIENZA

Castelbuono

RESIDENZA

Palermo

QUALIFICA

Funzionario direttivo della Biblioteca del Centro Regionale Progettazione e Restauro e per le Scienze naturali ed applicate ai Beni Culturali della Regione Siciliana, Palermo

STEMMA

Scudo: sannitico

Arma: partito d’argento e d’azzurro, alla lettera C di rosso, innestata ad una rosa d’oro, fogliata dello stesso; il tutto sormontato da un manoscritto aperto nel cantone destro e da una croce biforcuta di rosso nel cantone sinistro.

Motto: Per aspera sic itur ad astra

Corona: (tollerata da barone) una corona d’oro, col tortiglio alternato sul margine del cerchio da sei grosse perle (quattro visibili)

 

Hanno diritto allo stemma tutti i discendenti legittimi e naturali dell'intestataria. 

 

ESEGESI

Il colore argento a simboleggiare i nobili sentimenti, la temperanza, l'integrità di intenti, la spiritualità e I'eternità; l’azzurro a rappresentare l'equilibrio e l'armonia, la Madre di Dio, l'equanimità, la giustizia, gli alti ideali e l'attaccamento alla propria identità culturale.
La Santa Croce allude all'Ordine dei Cavalieri di S. Pietro, istituito con Bolla Papale nel 1521 e, in modo allegorico, richiama alla Fede nell'ora della prova, rimandando in chiave teologica al motto della Casata 'Per aspera sic itur ad astra".

La rosa, quale simbolo di elevazione spirituale ed in onore alla Madonna, invocata “Rosa Mistica" nelle Litanie lauretane del S. Rosario.
Il manoscritto, all'altro capo dello stemma a simboleggiare l'attività di Proconservatore, [owero di funzionario incaricato della custodia degli Archivi e dei depositi di documenti ufficiali nel Regno di Sicilia (1735-1816)], svolta da due esponenti della Casata tra il 1735 e il 1800 e la qualifica professionale della dottoressa Culotta, Funzionario anch’Ella che, da circa un quarto di secolo, si occupa di Catalogazione, inventariazione e conservazione del Patrimonio librario in Sicilia).
La lettera C stilizzata al centro dello scudo, a simboleggiare la prima delle virtù teologali owero la Fede, nonché il Divino e la Trascendenza, i possedimenti feudali e le origini della Casata medesima.

 
 
 
Culotta Giovanna

__________________________________________________________________________________________________

Documenti presentati: pagamento elettronico, autocertificazione, documento d'identità.

 

{sharethis}

Italian English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Registrazioni

Compilate il modulo per registrare il vostro emblema

Guida araldica

La guida a tutti gli emblemi registrabili sul registro

Lo studio

Visitate il sito dello Studio Araldico Pasquini

Pubblicazione cartacea

Pubblicata la I Edizione cartacea del RAI