Tutela degli emblemi registrati

Anche se la repubblica non riconosce la nobiltà, l'araldica è tutelata come ogni altra forma di distinzione personale e familiare (De Cupis, "I diritti della personalità", in Trattato di diritto civile e commerciale, diretto da Cicu e Messineo, Milano 1961, p. 169) .

L'uso che si può fare dell'araldica è molteplice :una volta i nobili usavano gli stemmi sui loro scudi, sulle bandiere, sulle livree, nei sigilli e nella corrispondenza, oggi si può usare lo stemma all'incirca nello stesso modo, infatti oltre che nei modi già citati si può raffigurare lo stemma nei seguenti modi:

    sugli inviti
    su biglietti da visita, carte intestate, cartoline ed altro
    su piatti e su posate
    su anelli, gemelli, spille
    su cravatte, ascot ed altri indumenti
    su sigilli ed ex libris
    su mobilia ed argenteria
    come pitture murali ed incisioni (nella cappella di famiglia, all'esterno o all'interno di case  e

    dimore).

Italian English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Casate Italiane

Visitate il sito delle Casate Italiane

RAI Magazine

Il blog del RAI

Registrazioni

Compilate il modulo per registrare il vostro emblema

Guida araldica

La guida a tutti gli emblemi registrabili sul registro

Lo studio

Visitate il sito dello Studio Araldico Pasquini

Pubblicazione cartacea

Pubblicata la I Edizione cartacea del RAI