Home

rai_bis
  PARTE II - Sez. II

 STEMMI DI FAMIGLIA

       separatore_bis

 

Registrazione n. 40                 ZAMPROTTA         21 settembre 2009

Scudo

 

Intestatario: Grande Ufficiale Dott. Italo ZAMPROTTA

Provenienza: Napoli

Residenza: Biella

Scudo: sanitico

Arma: d'argento, al pino sostenuto da due levrieri controrampanti di rosso, collarinati d'oro; al capo d'oro, caricato da un'aquila spiegata di nero, lampassata di rosso e coronata d'oro.

Alias: idem

Elmo: d'argento, liscio bordato d'oro posto in terza verso destra, graticolato di cinque pezzi con la gorgieretta d'oro.

Corona: un cerchio d'oro, rabescato arricchito di gemme e rialzato di 8 perle poste su altrettante punte (5 visibili).

Lambrecchini: di rosso, d'oro, di verde e di nero.

Motto: Nobis ardua.

Alias: idem con la decorazione da cavaliere aurato

Alias: interzato in fascia:nel 1 di rosso, alla croce greca d’azzurro; nel secondo innestato d’argento e di rosso; nel 3 d’argento, a tre bande d’oro.

Alias: partito: nel 1 di rosso, alla fascia d’oro accompagnata da due stelle (6)
d’argento in palo; nel 2 d’argento, al leone rampante coronato di rosso con la
coda d’argento.

Corona: da nobile.

Alias: d’argento, al leone di rosso, caudato del primo, con una clava tra le zampe anteriori, accompagnato nel cantone sinistro del capo da una stella (6) di rosso e nel cantone destro della punta da una rosa fiorita di rosso, gambuta e fogliata di verde.

 

Hanno diritto allo stemma tutti i discendenti legittimi e naturali dell'intestatario.

 

zamprotta zamprotta_grandarme_cav

          Zambrotta_grandarme          Zambrotta_2_grandarme_bis

Zamprotta Italo alias5

_______________________________________________________

Documenti depositati: stemma, autocertifcazione, statuto araldico, , biografia.

 

 

{sharethis}

Italian English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Registrazioni

Compilate il modulo per registrare il vostro emblema

Guida araldica

La guida a tutti gli emblemi registrabili sul registro

Lo studio

Visitate il sito dello Studio Araldico Pasquini

Pubblicazione cartacea

Pubblicata la I Edizione cartacea del RAI